Annuncio pubblicitario o realtà? Amsterdam chiude coffee shop ai turisti

coffee shop

Amsterdam è ormai da tempo considerata la capitale del divertimento e spesso dello “sfascio”, dove è possibile fare tutto quello che si vuole e fare uso di cannabis in modo tranquillo, senza che nessuno ci possa dire che stiamo facendo qualcosa di sbagliato.

E’ vero che spesso i ragazzi vanno ad Amsterdam per non fare altro che andare nei coffee shop e passare interi pomeriggi chiusi dentro a fumare, ma è anche vero che non è sempre così.

Ma se vi dicessero che dal 2012 la musica potrebbe cambiare? Ovvero non ci sarà più la cannabis libera in Olanda secondo quanto annunciato dal governo olandese, o meglio non sarà più libera per i turisti dato il giro di vite e la criminalità per le strade.

Vi immaginate di transitare per Oude Hoogstraatad ad Amsterdam e non poter entrare in uno dei tanti coffee shop caratteristici della zona? Questa manovra potrebbe eliminare una delle attrattive principali, famose e storiche dell’Olanda e quindi si potrebbe avere un impatto economico negativo da non sottovalutare.

Se questa notizia dovesse diventare una legge vorrà dire che Amsterdam con i suoi viaggi “esotici”, con le gite, i tanti addii al celibato, i locali caratteristici dove la marijuana è venduta liberamente saranno solo un ricordo.

A dire il vero però questa non è la prima volta che l’Olanda propone una cosa del genere e si è visto che questa normativa non sarebbe applicabile perché si tratterebbe di discriminazione, cioè non si possono differenziare gli olandesi dai turisti se la legge dice che in un coffee shop si può fumare. Detto questo potrebbe essere che il governo olandese abbia attuato questa trovata come pubblicità per i tanti diciottenni che dopo l’esame di maturità saranno ancor più volenterosi di recarsi ad Amsterdam perché potrebbe essere l’ultima volta in un coffee shop.