Arad, affascinante capoluogo della Romania

arad

Addentrandosi nella storica regione del Banato, nel sud-ovest della Romania, vi imbatterete la splendida Arad.

Nel cuore della più grande contea dello stato, Timis, sorge una città ricca di fascino medioevale, che attrae ogni anno centinaia di turisti.

A soli 50km da Timisoara, Arad è il capoluogo dell’omonimo distretto. Segnata indelebilmente dalla dominazione ungherese offre un’architettura che varia dal neoclassico al gotico. Ma si trovano anche sprazzi di architettura Art Noveau, rigogliosi parchi e sontuose chiese.

Un mix che rende il soggiorno in questa contea della Transilvania estremamente piacevole.

Arad è una delle città più sviluppate, dove il tenore di vita è nettamente superiore al resto della Romania.

Ad incrementare notevolmente l’economia e il turismo sono anche i prezzi dei dentisti in Romania, particolarmente allettanti attraggono turisti da tutta l’Europa.

Specialmente gli italiani, incentivati dagli ultimi anni di crisi, si concedono un viaggio che unisce piacere e cure dentali.

Da non perdere durante la visita di Arad sono sicuramente la Fortezza, la chiesa Rossa, il teatro Ioan Slavici e il parco Eminescu.

Il gusto tardobarocco della Fortezza di Arad con la sua pianta a forma di stella a sei punte situata sulle rive del fiume Mures, ne fanno un edificio incantevole. Costruita in vent’anni, a partire dal 1763, era considerata una delle strutture militari più imponenti del tempo. Ancora oggi conserva intatta la sua maestosità, diventando uno dei vanti della città.

La chiesa Evangelica, comunemente detta chiesa Rossa per il particolarissimo colore dei mattoni usati per costruirla, risale agli inizi del ‘900. Progettata in stile neogotico dall’architetto Ludovic Szantay, vanta una torre campanaria alta 46 metri. Nel prestigioso interno spicca l’elaborato pulpito con il suo altare gotico e il dipinto di Umlauf raffigurante Gesù.

Porta il nome dello scrittore nativo di Arad, Ioan Slavici, il favoloso Teatro Classico della città.

Progettato dall’architetto Anton Czigler sfoggia uno stile neoclassico che si innalza su tre livelli. Passare una serata a godersi uno degli spettacoli messi in scena è un’occasione unica per vivere appieno l’atmosfera della città.

Ottimo pretesto per organizzare un viaggio in questa città sono anche le caratteristiche fiere annuali, come la Pancake Festival di fine luglio o la Părădăicilor Festival, ovvero la festa dei produttori di pomodori di Arad, dove decine di essi esporranno i prodotti del loro raccolto.

Insomma i motivi per scegliere questa meta sono davvero svariati, dall’arte alla natura, dalle fiere alle cure dentali.

arad