Bagaglio a mano aereo: quali le caratteristiche migliori?

bagaglio a mano

Il bagaglio a mano in questa era dei voli low cost è sempre più utilizzato e quindi è sempre più importante trovare quello più adatto alle esigenze e delle dimensioni giuste per salire in aereo con noi senza il bisogno di imbarcarlo nella stiva.

Più piccolo e leggero rispetto alla consueta valigia, i bagagli a mano sono di diverse marche: Samsonite, Carpisa, Terranova, Nike, Roncato, Piquadro, Eastpak, Jaguar. Anche i prezzi sono diversi ma non sono poi così eccessivi, infatti possono variare dai 18 euro fino ai 140 euro.

La scelta di voli low cost ha portato al minor uso della valigia da imbarcare a causa delle tariffe molto elevate che vengono imposte nel momento del chek-in all’aeroporto, inoltre con il bagaglio a mano si evitano tutte le procedure di imbarco che andrebbero attuate nel momento in cui il bagaglio, messo nella stiva, venisse smarrito, così come le lunghe attese per il chek in  che ora è possibile fare anche on line.

L’importante è poi sapere che generalmente si può portare in cabina un bagaglio con la somma delle sue dimensioni (larghezza + lunghezza + spessore) contenuta in 115 cm e peso contenuto in 5-10 Kg anche se alcune compagnie permettono di portare due bagagli sempre con somma totale di 115 cm quindi più piccoli. Esistono però tolleranze che dipendono dagli aeroporti e dal personale e spesso i controlli di peso non si limitano ai banchi del check in ma vengono ripetuti prima dei controlli di sicurezza per l’accesso ai gate.

Per fare alcuni esempio su come le compagnie aeree si comportano riguardo al bagaglio a mano vi citiamo l’Alitalia, che accetta le dimensioni di 55 x 35 x 25 cm per un peso massimo ammissibile di 5 Kg, la Ryanair 55 x 40 x 20 cm peso massimo 10 Kg e VolareWeb  lunghezza + larghezza + profondità = 115 cm peso massimo 5 Kg.