Cinque Terre, vacanze gratis con gli Usa

cinque terre

Molto interessante è l’iniziativa che coinvolge la Regione Liguria e gli Stati Uniti, vale a dire quella rivolta a tutti i cittadini americani che verseranno aiuti per l’alluvione delle scorse settimane su un numero di conto apposito, verrà dato in cambio un buono da utilizzare in una loro futura vacanza alle Cinque Terre.

Questo accordo è stato possibile grazie anche all’ambasciatore americano a Roma, David Thorne. L’iniziativa è molto semplice, infatti chi verserà cento dollari avrà in cambio un ticket per un pranzo in un ristorante delle Cinque Terre, mentre chi ne verserà cinquecento potrà avere una notte d’albergo, quindi il tutto sarà fatto in modo proporzionale.

Questa iniziativa non si ferma qui, ma come era già accaduto per il terremoto in Abruzzo, arriverà anche al Niaf, la National Italian American Foundation, che ha accolto l’invito dell’associazione degli Amici delle Cinque Terre di sensibilizzare gli italo-americano sul dramma che ha colpito la costa ligure, conosciutissima negli Stati Uniti.

Come è normale che sia alla serata di gala parteciperanno diversi personaggi importanti del panorama politico e non solo. Immancabile la presenza dell’ambasciatore Throne e del suo corrispettivo italiano Giulio Terzi. Insieme a loro anche il giudice della Corte Suprema, Samuel Alito, e un’ampia delegazione del gruppo parlamentare italoamericano a Capitol Hill. Tra gli altri, saranno assegnati premi al presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia e al presidente della Gianni Versace Spa, Santo Versace.

In definitiva il fatto che le Cinque Terre siano una zona d’Italia conosciuta in tutto il Mondo per la loro bellezza paesaggistica e non solo potrà essere un vantaggio che potrà portarle presto alla ricostruzione.