Crisi economica: andate in vacanza?





Sarà un po’ per la situazione meteo che non è delle migliori per gli amanti dello sci, dato che neanche sulle Alpi c’è praticamente neve, sarà per la crisi economica in atto nel nostro Paese, ma pare che saranno tanti gli italiani che rimarranno a casa in queste vacanze di Natale.

E’ vero si che il proverbio recita: “Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi”, ma spesso durante il mese di Dicembre molti decidevano di staccare con la quotidianità per andare in qualche posto, anche esotico, sicuramente rilassante.

La macchina turistica della neve sta facendo molta fatica a decollare. In un periodo in cui la crisi economica impone decisioni sofferte, non si può dire che questo scampolo di 2011 stia riservando belle soddisfazioni agli operatori. Per quanta poca neve è presente sugli impianti di risalita sappiamo che sono a rischio anche le gare agonistiche di sci alpino, alcune delle quali sono state cancellate, sempre a causa della mancanza di neve e spostate in altri Paesi. Un danno non di poco conto per le strutture alberghiere e tutte le attività commerciali che attendono questi eventi con trepidazione.

Lo stesso discorso vale anche per la dorsale appenninica nella zona tra le marche e l’Abruzzo dove la neve praticamente non si è ancora mai vista e dove pare non arriverà neanche durante il prossimo Ponte dell’Immacolata. Funge da condimento a tutto ciò anche il fatto che molti posti di lavori sono stati persi e quindi meno giro di denaro e tendenza a risparmiare.