Dove andare a ballare a Londra

Ministry of Sound

Londra è una città immensa e in quanto tale sono centinaia le discoteche e i clubs dove poter ballare e trascorrere la notte in compagnia.

Una delle più famose della città è senza dubbio il Ministry of Sound, un’icona del divertimento londinese, tanto che spesso il pubblico è costituito da turisti di tutto il mondo. La selezione all’ingresso è molto selettiva.

Per quanto riguarda le altre discoteche segnaliamo a sud del Tamigi “The Fridge”, locale nel travagliato quartiere di Brixton, ricavato da un cinema ma molto grande, con una capacità di 1’100 persone con ottima programmazione musicale.

In centro troviamo l’Hippodrome, la discoteca più grande di Londra ma è un po’ snobbata dai londinesi, infatti è più frequentata dai turisti.

Sempre nella zona centrale abbiamo il Pacha, locale satellite del celebre club di Ibiza, è molto festoso nel weekend: resident del Venerdì è l’eclettico David Morales, mentre il Sabato transitano Dj di spessore internazionale.

Nella zona nord-est, fra Camden Town e la City troviamo il Fabric, un locale su tre livelli che negli ultimi anni sta spopolando. Serata clou è il venerdì, ma anche il sabato con la tecno house non si scherza.

Per gli amanti della musica di qualità consigliamo nella stessa zona l’Herbal, il quale il venerdì propone musica dal jazz breaks all’hip-hop e il sabato indie, rock e punk, mentre la domenica house e garage.

Un locale molto frequentato, anche se molto essenziale, è il 333, il quale si sviluppa su tre livelli. Mentre il Turnmills ha più o meno la stessa impostazione del Fabric ma dà molta attenzione alla musica elettronica, infatti da questo locale sono passati Andy Wetherall e i Chemical Brothers, Fatboy Slim e Carl Cox.