Isole Tremiti: come arrivare nella riserva naturale del Gargano

isole tremiti

Siamo ormai a metà settembre ma non è ancora tardi per godere del particolare mare del Gargano: allora perché non fare un salto alle Isole Tremiti?

Una natura selvaggia con vegetazione tipica della macchia mediterranea che arriva a picco sul mare e sulla Riserva naturale marina delle Isole Tremiti.

L’arcipelago, composto dalle isole San Nicola, San Domino e Capraia e dal piccolo isolotto del Cretaccio, sa regalare emozioni anche nel mese di settembre quando ormai il clou della stagione è passato.

Un fine settimana ideale alle Tremiti potrebbe prevedere una passeggiata per l’isola di San Nicola visitando l’antica abbazia che è quasi una fortezza dell’isola. Se il tempo lo permette ci si può anche avventurare nei sentieri della macchia mediterranea.

Altra possibilità durante la giornata sarebbe quella di un giro in braca per l’arcipelago per scoprire le meravigliose isole di San Domino e Capraia, caratterizzate da diverse calette e grotte. Per spostarsi agevolmente tra le isole sono sicuramente indicati i piccoli traghetti o noleggiando dei gommoni o acqua taxi.

In serata è consigliata una cena con vista sul mare magari al tramonto. A San Domino diversi sono i ristoranti di pesce che a settembre hanno anche prezzi più modici.

Per raggiungere le Tremiti si può partire con le motonavi o i catamarani, che in circa un’ora – un’ora e mezza raggiungono San Domino, dai porti di Termoli, Vieste, Peschici, Rodi Garganico e Capojale. Le compagnie che effettuano questi trasporti sono Navigazione Libera del Golfo e Tirrenia Navigazione.

Per chi volesse raggiungere l’arcipelago in modo ancora più veloce, in circa 20 minuti, può prendere l’elicottero della compagnia Alidaunia partendo da Foggia.