Libri da leggere in vacanza: alcuni suggerimenti

libri-consigliati-vacanze-spiaggia

«Bisognerebbe sempre avere qualcosa di sensazionale da leggere in treno» diceva Oscar Wilde. Chiaro, ma cosa? Come scegliere. Ecco allora alcuni consigli di lettura, di recente pubblicazione, per le vacanze. Partiamo con qualcosa di leggere del tipo: Ciao che fate? Una domanda che Diego eLa Pina, la coppia più irriverente di radio deejay, ha rivolto per anni alla community del loro programma. Le risposte, racchiuse in 300 pagine. Ancora incerti, Non saremo confusi per sempre. Una certezza con cui Marco Mancassola intitola il suo ultimo romanzo. L’autore de La vita erotica dei superuomini prende cinque fatti di cronaca realmente accaduti e li trasforma in fiabe dal finale inaspettato. Dal caso di Eluana Englaro, la ragazza che ha vissuto in stato vegetativo per diciassette anni, ad Alfredino, il bimbo caduto nel pozzo a Vermicino il cui tragico incidente divenne uno dei primi casi mediatici della storia italiana. Drammatici episodi che tutti ricordiamo e che si concludono con leggerezza grazie alla fantasia dello scrittore. Originale. Emanuele Dabbono è un giovane cantautore italiano che ha da poco pubblicato il suo primo libro, Genova di spalle, un romanzo di formazione ambientato in una città di provincia. Protagonista, un ragazzo con la passione per la musica che si confida e ci racconta avventure e sogni. Un diario a cuore e un giro per il mondo. Anche Francesco Bianconi, leader dei Baustelle, ha firmato il suo debutto letterario. Il regno animale è il titolo del libro. Racconta la storia di Alberto, adolescente precario aspirante scrittore, Susi, che si taglia il corpo con una lametta, Sandro, in cassa integrazione e ubriaco di Fernet, Francesco, leader di una indie band e vittima di un attentato. Le loro vite sprecate si toccano in una Milano piena di sfaccettature. Spietato e immaginifico. Non poteva mancare il Grillo Parlante del piccolo schermo, Luciana Littizzetto, che ha pubblicato la sua undicesima opera, I dolori del giovane Walter, un omaggio a tutti i maschi di oggi «che son tutti senza peli come pesche noci». Per quelli che invece si sono sempre chiesti: Cosa tiene accese le stelle? Storie di italiani che non hanno mai smesso di credere nel futuro. L’ultimo libro di Mario Calabresi, direttore deLa Stampa, parla di noi, della tendenza a scoraggiarsi e vedere tutto nero. Pur comprensibile, lo sconforto non migliora le cose, aiutano invece idee capaci di guardare al domani. Calabresi ha qui raccolto le storie di un gruppo di connazionali che hanno perseverato nella speranza.