Oggetti smarriti in spiaggia, un bottino da 7 milioni di euro l’anno

occhiali in spiaggia

Come ogni anno in estate le spiagge si riempiono di turisti e vacanzieri occasionali che però spesso sono un po’ distratti e rischiano di lasciare qualcosa al mare. Si va dal portamonete agli occhiali, da alcuni gioielli a lettori mp3.

La lista degli oggetti smarriti sulle nostre spiagge potrebbe essere davvero infinita e quindi ragguardevole è il patrimonio disperso lungo le rive dei nostri mari. Infatti questo piccolo tesoro ammonta circa a 7 milioni di euro. Ad incentivare gli smarrimenti degli oggetti in spiaggia sono senza dubbio gli acquazzoni improvvisi, come sta accadendo soprattutto in questi giorni con il tempo incerto.

Ci sono poi anche dei periodi più sfortunati di altri, infatti in testa ci sarebbero le settimane che sono a cavalli tra il mese di luglio e quello di agosto, anche se quest’ultimo è sempre ai vertici per quanto riguarda gli smarrimenti, sarà perché chi è in vacanza è sempre un po’ con la testa tra le nuvole.

La top ten delle cose perse sulle rive del mare vede al primo posto i portafogli (74%), seguiti dagli occhiali (62%) e gioielli (57%). Poi via via troviamo i-pod e lettori musicali vari (53%), chiavi di casa e dell’auto (49%), accessori (46%), teli mare (43%), cellulari (42%), palmari e consolle per videogame (27%), maschere e attrezzature da immersioni (21%).

Come è facilmente immaginabile visto il loro super affollamento estivo le spiagge che possono essere considerate delle vere e proprie miniere d’oro sono quelle della costa romagnola, seguite da quelle della Versilia e dalla Costa Smeralda.

A quanto pare non sarebbe una cattiva idea fare una bella passeggiata rilassante in riva al mare al termine di una bella giornata soleggiata.