Per gli italiani vacanze estive al risparmio

Adriatico spiaggia

Checché se ne dica, o ne dicano, una certa crisi economica sembra esserci, ed è confermato anche dalle indagini dell’Ipsos, secondo cui gli europei per l’estate 2011 diminuiranno la durata delle proprie vacanze, anche se molti cercheranno di andare in viaggio più volte nel corso dell’anno.

In Italia la situazione è più o meno la stessa, infatti il 40% degli italiani che ha deciso di partire lo farà per una sola settimana, mentre le partenze per 15 giorni sono in calo, quindi gli italiani puntano al risparmio per le prossime vacanze estive.

Questa situazione è dovuta molto probabilmente anche ai rincari che una famiglia tipo dovrà sostenere per una vacanza al mare che si aggirano intorno al 4%.

A diminuire sono anche il numero di italiani che partiranno quest’estate, infatti secondo le stime siamo al di sotto del 40%.

Tra le mete preferite di questa estate 2011 c’è senza dubbio il mare e sono state rivalutate anche alcune mete che negli anni passati sembravano in calo, come le località che affacciano sul medio-alto Adriatico.

Certo è che dopo un anno di lavoro rinunciare completamente alla vacanza è quasi impossibile, però gli italiani stanno iniziando a badare ad alcune cose alle quali prima non facevano caso: prezzi degli extra, costo dei locali, costo giornaliero ombrelloni, ecc…

Per cercare di risparmiare in qualcosa si può cercare di fare benzina alla propria auto nei distributori indipendenti, le pompe bianche, guardando sul sito della Federconsumatori dove sono dislocate; trovare un albergo che nel costo della camera comprenda l’utilizzo dell’ombrellone e dei lettini sulla spiaggia; acquistare prodotti per il mare prima della partenza in un supermercato non nelle località turistiche.