Ponte Immacolata 2011: con la crisi terme low cost

terme naturali

In questo periodo non si fa altro che parlare di crisi e di una situazione economica dell’Italia che non è sicuramente delle più rosee, non si può però non pensare ai giorni di vacanza. E allora come conciliare la mancanza di soldi con il ponte dell’Immacolata ad esempio?

Come sappiamo l’Italia è un Paese nel quale sicuramente non mancano le terme e se non necessitate di trattamenti particolari potreste benissimo usufruire delle semplice acque termali pagando un semplice biglietto di ingresso. I prezzi sono variabili, infatti si oscilla dai 7 euro di quelle di Equi alle più costose, 50 euro, terme di Boario.

Le terme sono eccezionali per rivitalizzare la pelle e per liberare l’organismo dalle tossine e quindi dallo stress. Ci si può rilassare nel migliore dei modi anche con un semplice bagno, anche se molti preferiscono abbinarvi un trattamento, magari in coppia. Basti pensare ai massaggi, percorsi relax, romantici trattamenti di coppia e alcuni, addirittura, cure mediche convenzionate con il sistema sanitario nazionale.

Diverse sono le offerte in questo periodo dell’anno alle quali si può accedere benissimo senza spendere tantissimo e tante sono le location nelle quali trascorrere qualche giorno in relax, basta sapere bene cosa stiamo cercando. Le strutture termali nascono in posti con caratteristiche morfologiche molto diverse tra loro, dal mare alla montagna, dalla campagna alla collina. Inoltre bisogna sapere che non è detto che sia necessario spendere soldi per godersi delle terme perché in Italia esistono sorgenti libere e gratuite situate in posti incantevoli, come boschi, spiagge e usufruibili anche al chiaro di luna.