Stagione sciistica: la preparazione atletica alla base

sci

Ormai la stagione sciistica è alle porte e visto il tempo e le previsioni per le prossime giornate pare che anche la neve non si farà attendere più di tanto.

Quindi se volete affrontare al meglio la vostra settimana bianca o anche un semplice fine settimana sulla neve con gli sci o lo snowboard ai piedi vi converrà effettuare una piccola preparazione atletica per evitare piccoli e gravi infortuni soprattutto agli arti inferiori che sono i più sollecitati negli sport invernali.

Per affrontare nel miglior modo la neve prima di tutto non bisogna improvvisare nulla ma è necessaria un’adeguata preparazione atletica, fondamentale per evitare fastidiosi ed a volte anche gravi infortuni fisici dovuti alcune volte anche alle insidie e ai pericoli derivanti dalle piste, anche se queste sono battute in maniera perfetta.

Il consiglio da dare a coloro che andranno a sciare per tutta la stagione invernale è quello di prepararsi circa 8 settimane prima dell’inizio della stagione, quindi in questo caso siamo già in ritardo, ma in quanto a tempi siamo ancora perfetti per il periodo natalizio. Le 8 settimane sono necessarie per un buon condizionamento dell’apparato cardio-vascolare, osteo-articolare-tendineo e muscolare.

Per la preparazione vanno utilizzati anche i pesi per sviluppare una forza e una resistenza maggiori e migliorare la prestazione atletica globale, poi non bisogna mai dimenticare lo stretching per l’elasticità dei muscoli.

Preparazione atletica alla base

Il primo muscolo importante è quello dell’addome e quindi bisogna effettuare flessioni del busto, il classico crunch 2 serie per 25 fino 50 ripetizioni unito alla torsione con bilanciere da seduti 1-2 serie da 30 fino 50 ripetizioni.

Per quanto riguarda le gambe invece si parte dallo squat con 4 serie da 15-12-12-10 ripetizioni e aumento di peso progressivo;

leg extention 2 serie da 12 + 2 serie da 10 aumentando il peso e adeguandolo alle vostre capacità;

leg curl da distesi 3 serie da 10;

Affondi con bilanciere 2 serie da 10 per gamba.

E per concludere un esercizio per i lombari, uno per i pettorali, anche qualche piegamento sulle braccia va bene, e uno per dorsali, tricipiti e bicipiti.