Susanne Greber e il messaggio in bottiglia dopo 37 anni diventano un evento

Messaggio in una bottiglia

“Message in a bottle” non è solo una canzone dei Police ma è un qualcosa che può succedere davvero nella realtà. Infatti è quello che è accaduto a Susanne Greber che aveva lasciato un biglietto mentre era in vacanza con la famiglia circa 37 anni fa sulle spiagge di Rimini. L’anno scorso la bottiglia con il messaggio gelosamente custodito è stata ritrovata e da poco è stata rintracciata anche Susanne Greber, ora 48 anni.

Per tale speciale evento la signora Greber tornerà nella Riviera Romagnola per una festa che si svolgerà in suo onore. La signora sarà ospitata in uno degli alberghi di Rimini dove tutto è stato organizzato in suo onore.

La storia di questa allora bambina ricorda un po’ la trama del film “Le parole che non ti ho detto” con Kevin Costner. Lei in vacanza con la famiglia a Rimini decise di scrivere una lettera per il futuro nella quale c’era scritto chi era, che alloggiava alla pensione Ancora e che voleva ricevere delle cartoline a Zurigo.

Questo messaggio con la bottiglia è stato ritrovato l’anno scorso, per la precisione il 18 agosto, da Roberto, un signore toscano che tutti gli anni quasi per scaramanzia scava una buca di un metro e mezzo a monte del bagno 79.

Susanne dopo un anno ha trovato l’annuncio che nel frattempo era stato pubblicato per cercare di rintracciare la persona che avesse scritto questo messaggio che tanta curiosità aveva attirato anche da parte dei giornali e delle televisioni.

A distanza di anni questo strano avvenimento diverrà un evento, una vera e propria festa in suo onore. Infatti Susanne torna a Rimini con il marito per trascorrervi tre giorni e alloggerà proprio nell’albergo dove spedì il messaggio in bottiglia 37 anni fa. In tale occasione le verrà consegnata una targa speciale dal Comune di Rimini.