Vacanze 2011: la crisi colpisce anche i vacanzieri

vacanze

La situazione economica dell’Italia non è certo delle migliori in questo momento, come si evince dalle pagine dei giornali e da quanto ci dice il telegiornale. Secondo diverse indagini portate avanti dall’Istat, la situazione vacanze in Italia non è delle migliori.

Infatti nel primo semestre del 2011 e fino alla fine dell’estate, il turismo in Italia registrava un andamento più o meno stabile confrontato agli ultimi due anni e se si vuole essere pignoli c’è stato un incremento per quanto riguarda il mese di agosto dello 0,5%. Molto probabilmente però questo leggero incremento è dovuto al ritorno in Italia di diversi turisti stranieri. Gli italiani che sono rimasti in città d’estate quest’anno sono stati davvero tanti, mentre la clientela internazionale cresce di quota, rispettivamente di 1,8 punti percentuali nel secondo trimestre e di 1,3 punti nel terzo, attestandosi al 34,7% in primavera ed al 34,1% in estate.

Ora bisognerà attendere il responso anche dei mesi invernali per capire meglio in che condizioni è il nostro turismo e quanto questa crisi economica che l’Italia sta attraversando inciderà su questo settore e non solo.

Certo è che il nostro Paese ha una peculiarità abbastanza particolare che è un po’ sulla bocca di tutti, vale a dire che nonostante l’economia zoppichi i prezzi delle strutture alberghiere e dei divertimenti in generale non è sceso di parecchio. Lo stesso discorso vale per i bar e i ristoranti che pare non abbiano cambiato di un centesimo i loro prezzi e questa situazione si registra soprattutto a nord. Ma forse è ancora presto per fare queste considerazioni.