Vacanze di fine primavera alle terme laziali

Terme di Fiuggi

Ormai la primavera volge alla fine e sta per iniziare la stagione più attesa, l’estate. E’ questo però il periodo migliore per rigenerarsi prima delle vacanze estive che, è vero si sono vacanze, ma spesso sono anche stressanti.

Una delle zone migliori d’Italia per regalarsi qualche giorno all’insegna del benessere è il Lazio con le sue terme. Le zone termali del Lazio sono tra le più antiche dello Stivale, basti pensare che il primo stabilimento termale risale all’epoca dei Romani ed era il Tevere.

Ma da allora ne è passato di tempo! Infatti ora il Lazio è una regione nella quale sono largamente diffuse le terme un po’ su tutto il territorio, dalla zona dei colli romani a Tivoli, da Fiuggi alla costa romana.

Per come sono dislocate le zone termali in Lazio sarebbe una buona idea prevedere e organizzare un bel viaggio itinerante che tocchi i più importanti centri termali e sia intervallato da altre località da visitare dove il relax la fa da padrone.

Il primo centro termale è quello di Tuscia, ovvero le Terme dei Papi, località situata a soli 2 km da Viterbo. Tuscia non è solo le terme, infatti dopo una giornata in estremo relax ci si può concedere una passeggiata nel poco conosciuto borgo etrusco di Bracciano con una cena tipica in qualche osteria.

Altra tappa obbligata sono le Terme di Tivoli, a pochi chilometri da Roma, che, oltre alle loro acque rinomate, sono ricche di storia. Da qui in serata ci si sposta facilmente verso i Castelli dove si può sorseggiare dell’ottimo vino alle “fraschette” e mangiare un po’ di tipica porchetta romana.

L’ultimo giorno del week end non può che essere dedicato a Fiuggi, la regina delle terme laziali e se avete ancora qualche energia residua potete passare la serata nella cittadina di Anagni.