Vacanze in Sardegna a settembre, una moda sempreverde

tuerredda spiaggia

Non è ancora tempo di mettere i cappotti, soprattutto nel sud della Sardegna che è piena di spiagge e calette da sogno.

Per chi volesse trovare un posto ideale per una vacanza fuori stagione potrebbe benissimo prendere in considerazione questa zona del nostro Paese perché il sole non mancherà di certo.

Ad una sessantina di chilometri da Cagliari troviamo Pula e Baia di Chia, la punta più estrema dell’isola, con un mare davvero cristallino.

Tra le spiagge più famose, tra cui Tuerredda protetta da un piccolo isolotto che è raggiungibile solo a nuoto, sono: Cala Cipolla, Porto Campana, Isula Manna, raggiungibile solo a piedi, il Porticciolo e Torre di Chia.

Quest’ultima ha un microclima particolare perché il vento praticamente persistente riesce a tenere il tempo spesso sereno e al tempo stesso crea un effetto particolare sulla sabbia con dune naturali.

Per gli amanti del surf ci sono anche delle spiagge meno conosciute dove poterlo praticare, anche perché molto ventilate ed esposte al Maestrale, come: Cala del Morto e Cala de Sa Musica

La zona sud della Sardegna è anche ricca di cultura e storia, con diversi centri che vanno visitati. La città fenicia di Bithia, Nora che ha diversi resti punici e romani. Non mancano poi i caratteristici nuraghi e le torri aragonesi.

A livello naturale questa zona della Sardegna è ricca sia per quanto riguarda la flora, sia per la fauna con i particolari fenicotteri rosa, cervi, daini e cinghiali.

Per coloro che dovessero avere un po’ più di tempo a disposizione potrebbero andare alla scoperta dell’insolito volto di Cagliari in quanto città sotterranea. Sotto la Villa di Tigellio si trova un percorso ipogeo attraverso le cisterne scavate dai Fenici.

Cagliari non è da meno neanche in superficie. Si possono apprezzare: l’Anfiteatro Romano, la Cittadella dei Musei, il Duomo, la Torre dell’Elefante e la necropoli di origine fenicio-punica di Tuvixeddu.