Vacanze su Marte? A breve sarà possibile

Impianti a serre su Marte

L’esplorazione spaziale sta compiendo degli importanti passi avanti e gli ultimi sono stati fatti da italiani, dato che i due brevetti per utilizzare gli elementi presenti nel suolo di Marte, o di un qualsiasi asteroide, per costruire strutture abitabili e nuove tecnologie dal suolo di questo pianeta, sono italiani.

Questo potrebbe essere un importante passo avanti che potrebbe permetterci di fuggire dalla quotidianità regalandoci una vacanza anche sul pianeta Rosso. I brevetti sono il risultato del primo progetto finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana che prendeva il nome di Cosmic. Per arrivare al termine di queste ricerche il finanziamento erogato era di 500’000 euro.

Entrando nello specifico possiamo dire che il primo brevetto, depositato dall’Università di Cagliari e Asi, riguarda il riuscire a costruire su Marte strutture capaci di proteggere gli astronauti da meteoriti e raggi cosmici e al contempo di offrire un ambiente dove vivere e perché no anche lavorare. Per fare ciò bisognerà riuscire a portare sul pianeta pannelli solari e impianti per estrarre dal suolo gli elementi utili a costruire veri e propri mattoni da assemblare per costruire strutture abitabili.

Il secondo brevetto invece riguarda più la possibilità di sopravvivere su questo pianeta che sembra così ostile all’uomo. Infatti si è cercato di esplorare Marte per capire se ci potessero essere delle possibilità per sfruttarne le risorse. In base alle ricerche effettuate pare si possa sfruttare l’atmosfera e il suolo per produrre tutto ciò che sarebbe indispensabile per la sopravvivenza, quindi dall’acqua potabile alle alghe per il nutrimento, dalle strutture abitabili ad impianti per produrre fertilizzanti e concimi.