Yuri Gagarin, il primo volo “in vacanza” nello spazio

Il primo volo nello spazio di Yuri  Gagarin

Yuri Gagarin esattamente 50 anni fa scelse una “vacanza” a dir poco sui generis, infatti fu il primo uomo a volare nello spazio.

Prima del 12 aprile 1961 Gagarin dimostrò in diverse tappe della sua vita di amare il volo, infatti nel 1955 si iscrisse ad un aeroclub e fece il suo primo volo a bordo di uno Yak-18, poi addirittura si iscrisse ad una scuola di aeronautica ed infine divenne parte dell’aviazione sovietica.

La sua missione nello spazio ebbe inizio il 12 aprile del 1961 alle ore 9:07 a bordo della navicella Vostok 1 che partì da Mosca.

A bordo di quella navicella Yuri Gagarin compì un’intera orbita ellittica intorno alla Terra ad una velocità di 27’400 km/h. Il volo terminò dopo 88 minuti in un campo vicino la città di Takhtarova e tutto fu controllato da un computer guidato dalla base. Gagarin prima dell’impatto fu espulso dalla navicella e paracadutato a terra.

A Napoli l’emeroteca Matilde Serao della Biblioteca nazionale in Piazza Plebiscito ne ricorda il cinquantenario con un’esposizione di 12 copertine originali di giornali dell’epoca. Il titolo della mostra è “la Terra è blu”, espressione che Gagarin utilizzo per descrivere il nostro pianeta visto dalla navicella.